La pubblicità a Sanremo, orribile

Di Sanremo si è detto tutto ed il contrario di tutto in questi giorni, come del resto è sempre stato per ogni altra edizione (qualcuno infatti si è spinto a chiedere “E se commentare Sanremo fosse esso stesso Sanremo?”). Tuttavia trovo (e se mi sbaglio fatemelo notare) che non si sia ancora detto nulla sulle pubblicità che passano negli intermezzi tra un blocco e l’altro.

Continue reading “La pubblicità a Sanremo, orribile”

La Vodafone, Ghali, e i ragazzetti che mi svegliano la mattina

Sono un paio di giorni che ascolto Ghali. Che è quel cantante giovanissimo con origini algerine che i ragazzini di terza media sentono con la cassa mentre fumano sotto al mio davanzale, la mattina alle 8.00 prima di entrare a scuola.

Diciamo che la prima impressione, abbracciato al cuscino, non è stata proprio la migliore.

Continue reading “La Vodafone, Ghali, e i ragazzetti che mi svegliano la mattina”

Come funziona l’algoritmo di Facebook, e dove ci porterà

Ci risiamo, Facebook ha di nuovo cambiato il suo algoritmo (e con questa frase rendo questo articolo eterno, dato che è un’attività che per questi servizi avviene circa una volta l’anno).

Questo significa che il flusso di notizie che trovate in bacheca ogni volta che aprite il sito cambia le sue gerarchie e vi mostra contenuti con un ordine diverso.

  Continue reading “Come funziona l’algoritmo di Facebook, e dove ci porterà”